Carrozzine basculanti: informazioni, caratteristiche e prezzi delle carrozzine basculanti per disabili

Le carrozzine basculanti per disabili rappresentano un importante mezzo di trasporto. Esse, infatti, corrono in soccorso di tutte quelle persone disabili o, altrimenti, aventi una ridotta capacità di deambulare. Ebbene, ad oggi, è interessante notare come quelle in commercio risultino essere capaci di soddisfare anche le richieste dei pazienti più esigenti. Nello specifico, in considerazione della propria patologia, essi potranno scegliere tra una molteplicità di modelli differenti sia per gli elementi costitutivi sia per la struttura. lo scopo, tuttavia, rimane sempre lo stesso, ovvero quello di rendere più semplici gli spostamenti autonomi salvaguardando, allo stesso tempo, il benessere fisico del soggetto. Una carrozzina basculante, dunque, offre l’opportunità di utilizzare agevolmente tutto il corpo congiurando la comparsa di problematiche correlate all’obbligatoria posizione da seduti, tra le quali rientrano, ad esempio, dolori posturali e piaghe da decubito.

I principali tipi di carrozzine basculanti

Circa le tipologie di carrozzine basculanti esistenti, c’è da sottolineare che esse possono essere divise in varie categorie, quali:
– quelle leggere e superleggere, le quali vengono costruite con materiali come titanio ed alluminio molto resistenti;
– quelle pieghevoli. In questo caso, il telaio pieghevole comporterà un vantaggio in termini di dimensioni e di stabilità;
– quelle da mare, da bagno e sportive. Come si avrà già capito, in commercio, esistono delle carrozzine che si prestano perfettamente ad uno specifico uso. Ad esempio, vi sono quelle pensate per le prestazioni sportive o quelle che consentono il passaggio su sabbia o neve oppure, ancora, quelle resistente all’acqua idonee ad essere utilizzate dentro una vasca o una doccia.

Ebbene, ovviamente, un accenno va fatto anche alla differenza tra quelle manuali e quelle elettriche. Per quanto riguarda le prima, che si tratti di modelli standard o personalizzabili, leggeri o superleggeri, si può notare come esse siano costituite da tre sistemi funzionali, cioè:
– il telaio, la vera e propria struttura della carrozzina;
– il sistema di guida, concernente il complesso dei componenti utili per la locomozione della carrozzina;
– il sistema di postura, fondamentale per contenere e sostenere l’utente.
Per quanto riguarda le carrozzine elettriche, invece, a queste vi si ricorre quando i soggetti non sono in grado di spingersi in maniera autonoma. Di esse sono disponibili i modelli per uso interno e quelli per uso interno.

Scegliere una carrozzina basculante: tutto quello che bisogna considerare in fase d’acquisto

Dal momento che una carrozzina basculante offre la possibilità di assicurare, modificando all’occorrenza, la postura del paziente, la sua scelta deriva da una serie di fattori. Innanzitutto, fermo restando il fatto che l’utente ricopre sempre il ruolo di reale protagonista, egli non è l’unico che deve essere preso in considerazione a tal fine. Infatti, anche le persone con il compito di assisterlo (come fisiatra, tecnico ortopedico e fisioterapista, ma anche eventuali educatrici e assistenti sociali) dovranno necessariamente avere voce in capitolo valutando contesto e bisogni. In effetti, appare ovvio come sia di fondamentale importanza sapere dove effettivamente la carrozzina verrà utilizzata, sia per quanto riguarda l’accessibilità sia l’affaticamento, i quali appaiono elementi utili per la valutazione della manovrabilità della carrozzina.

I prezzi delle carrozzine basculanti

Le carrozzine per disabili vengono concesse in maniera gratuita ovvero semigratuita dal SSN, ovvero dal Sistema Sanitario Nazionale. Tale concessione si verifica a favore di tutti coloro ai quali sia stata riconosciuta un’invalidità non inferiore al 34%. In merito, è utile sottolineare come sul sito dell’Agenzia delle Entrate sia possibile trovare l’apposita guida circa le agevolazione fiscali per i disabili. Quest’ultima, nello specifico, risulterà utile per comprendere a pieno le agevolazioni, gli sconti e le detrazioni a favore delle stesse persone disabili. I prezzi, in genere, partono dai 600 euro potendo arrivare anche fino ai 2000: tuttavia, questi non saranno i costi finali.